Monastero Dadivank – Armenia

Feb 21, 14 • Guida e monumentiNo CommentsRead More »

Monastero Dadivank –

 

Il Monastero Dadivank, chiamato anche Khutavank (letteralmente Monastero sulla collina) è un monastero armeno situato nella regione di Shahumian nella repubblica del Nagorno Karabakh. È stato costruito tra il IX ed il XIII secolo e ristrutturato nel corso di 2004-2005. Il complesso sorge a 1.100 metri di altitudine sulla sponda sinistra del fiume Tartar a sessanta chilometri dal monastero di Gandzasar e ad un centinaio dalla capitale Stepanakert.

Monastero Dadivank – fu fondato da San Dad uno dei discepoli dell’apostolo Giuda Taddeo ed a ciò deve il suo nome. Nel 2007 sotto l’altare della chiesa principale è stata scoperta la tomba del santo. Il primo impianto, con la chiesa di san Taddeo del IX secolo, subì distruzioni ad opera dei turchi selgiuchidi nel 1145 ma venne poco dopo ricostruito.

Monastero Dadivank – La cattedrale fu fatta costruire dalla principessa Arzu Khatun, moglie del principe Vakhtang, nel 1214. All’epoca, il complesso (ancora più grande e comprendente quattro chiese, un palazzo, una biblioteca e diversi edifici residenziali) era un centro spirituale particolarmente famoso nonché sede vescovile. La decadenza cominciò nel XVII secolo quando gli abitanti della zona furono deportati in Persia.

 

Monastero Dadivank

Monastero Dadivank

 

Monastero Dadivank – Sotto il gavit – è una sorta di nartece che si trova esclusivamente nell’architettura armena – si trovano sepolti i principi di Khachen. Il complesso comprende attualmente la chiesa cattedrale di san Astvadzadzin (con iscrizioni lapidarie armene fra le più estese), una cappella (che presenta particolari caratteristiche architettoniche) ed altri locali di servizio. La struttura (che è stata oggetto di lavori di restauro e consolidamento negli anni 2004 e 2005) presenta un andamento architettonico variabile con edifici posti su due livelli.

Monastero Dadivank – l primo monastero sorto in questo luogo fu distrutto nel 1145 dai Selgiukidi, ma poco dopo fu ricostruito. In questo periodo Dadivank era il centro spirituale e mondano dei principi Vakhtangean ed era costruito da Quattro chiese, un palazzo, una biblioteca, una sala riunioni, un grande refettorio con cucina, ma anche da edifice residenziali a uso abitativo ed economico.
Nel XV e XVI visse un secondo periodo di fioritura.

Monastero Dadivank  – è un capolavoro architettonico, completo di campanile, bellissime khatchkar e celle monastiche distribuite intorno alla chiesa principale di surb Dadi, eretta nel XIII secolo. Durante la visita fatte attenzione ai buchi nel terreno, che sprofondano in cisterne e camere sotterranee. Il Monastero Dadivank è ancora oggi uno dei monasteri meglio conservati dell’antica Armenia, almeno per quanto riguarda le parti che sono rimaste della sua struttura. Questo è probabilmente il luogo più magico in Karabakh, anche se tecnicamente può esser considerato una terra fuori del confine.

Monastero Dadivank – fine

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *